Rito satanico al 4° piano

Sono in ufficio, le vacanze sono finite e bon, si ricomincia.
Prima di uscire, verso le 14:00, mi reco ignara e ilare verso i bagni del 4° piano. Apro la porta di uno dei due vani wc e resto folgorata.

Chi l'ha usato non può essere solo una persona maleducata.
Io dico che lì dentro, in un orario imprecisato fra le 10:00 e le 14:00, si è svolto un rito satanico.

Copiose (vi prego di credere: copiose) tracce di sangue sporcano il bordo del wc, il pavimento, perfino il muro dietro alla tazza.
L'oggetto in morbida cellulosa comunemente usato per raccogliere il sangue delle donne in età fertile è stato affogato nell'acqua, spinto fino in fondo, in modo da intasare credo irreparabilmente, se non si chiama un idraulico, il condotto per lo scarico dell'acqua. Tutti (vi prego di credere: TUTTI) i possibili prodotti del corpo umano, oltre al sangue, sono stati lasciati nella tazza, oltre a una generosa dose di carta igienica.

E poi, capolavoro finale, è stata tirata l'acqua.

Risultato: l'acqua sfiora il bordo del wc, con dentro galleggianti tutti i resti sopra menzionati. Ci mancano giusto un crocifisso capovolto e un feto, e poi c'è veramente tutto quello che serve per evocare Satana.

Sono stati chiamati una squadra di idraulici, il prete di Linda Blair, il pifferaio di Hamlin e Mastro Lindo. Stanno ancora lavorando. 

Io mi sono tenuta la pipì e sono andata a casa mia a vomitare.

zp8497586rq

2 risposte a “Rito satanico al 4° piano”

  1. un caparbio idraulico e la SANTA (solo così possiamo appellarla) SANTA ragazza delle pulizie al piano hanno ripristinato lo status quo ante 😉

I commenti sono chiusi.