… e lo dicono pure i film

Avevo seguito distrattamente la prima puntata de La Meglio Gioventù, mi pareva un polpettone senza capo nè coda, ma forse dipendeva anche dalla circostanza che ero davanti ad un televisore grande quanto uno schermo di pc, su cui si vede la CNN inglese ma non tanto bene il primo canale (misteri delle antenne).

Ho seguito con molto maggior interesse la seconda puntata, e con vera dedizione la terza, ieri. Una specie di premonizione mi aveva fatto parlare, nel blog di ieri, di serate di feste natalizie passate a giocare a mercante in fiera, a casa mia. Ecco, c’era precisamente l’atmosfera che si respirava nella scena della sera di Capodanno del film (suicidio escluso, ovviamente), quella confidenza familiare, quei bonari sfottò per individuare chi dovese fare il mercante, le stesse identiche parole per avviare l’asta (“Per questo sontuoso mucchietto di carte la base d’asta è .. 1.000 lire!”), lo stesso tavolo, lo stesso albero di Natale illuminato dietro, lo stesso volontario che si alza per andare a prendere qualcosa da sgranocchiare o da bere mentre si gioca. Gli sceneggiatori devono avere vissuto, come me, quelle situazioni sulla loro pelle, per riprodurle così bene. O forse è un’atmosfera solo molto italiana anni ’80, ma insomma io mi ci sono ritrovata come non mi ero mai ritrovata in nessun film che descrivesse l’Italia media in quegli anni.

2 risposte a “… e lo dicono pure i film”

  1. E’ una tipica situazioni in cui si sono ritrovati milioni di italiani. La Meglio Gioventù l’ho visto al Cinema questa estate e mi è piaciuto tantissimo, in TV non l’ho seguito molto ma ricordo che tre ore per la prima e tre per la seconda parte sono volate e che avrei voluto vederne ancora! Inesattezze storiche ce n’erano probabilmente, ma nel complesso credo si tratti di una buona ricostruzione dell’talia di quegli anni.

  2. Probabilmente la versione cinematografica rendeva meglio. Uno spot ogni 25/30 minuti è davvero troppo!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.