Nevica

Nevica fitto da ormai 24 ore. Adoro la neve. Tutto è più pulito, secco, luminoso. Perfino la mia stanza in ufficio ha preso una tonalità da baita alpina, luce, bianco, calore, confidenza e raccoglimento, silenzio semi ovattato, voci più basse. L’organico è ridotto pù o meno della metà, essendo tale appunto la percentuale di miei colleghi residenti in provincia, o in aperta campagna. Arriveranno lo stesso, in ritardo, ma arriveranno, prevale sempre l’etica calvinista del lavoro, in questo posto. Io, poi, non ho scuse: abito a 30 metri dall’ufficio, e il percorso è al 60 coperto da porticati. Una bella fortuna, normalmente, ma una bella sfiga in questi giorni, in cui il piumone fatica molto a lasciarmi andare.

Nel fine settimana sono stata un pò in giro per negozi, a Napoli. Ho constatato de visu che i commercianti di scarpe sono stati i primi a perdere definitivamente il lume della ragione, ancora fortunosamente conservato – ma per poco, temo – da commercianti di altri generi. In una zona molto commerciale, non central-chic, il paio di scarpe più economico, non firmato, non da sera, non in pelle umana, costava 99 euro, ovvero 191.690 lire  del vecchio conio, come dice Bonolis. Con la stessa cifra solo due anni fa di paia di scarpe, ottime, durevoli, ne avrei comprate almeno due, e forse mi avanzava anche qualcosa. Siccome però sono i cosiddetti consumatori ad avere conservato – forse – un pò di neuroni, o costretti da portafogli con le ragnatele, ho potuto anche constatare che queste gioiellerie della scarpa erano completamente vuote, domenica 7 dicembre, commessi sbadiglianti ed intenti a disegnare cazzucci sulla carta da regalo, spettegolare, lucidare vetrine lucidissime.

Buona giornata a tutti.

2 risposte a “Nevica”

  1. A Roma fa na cifra freddo, ma niente neve. Altrimenti sarei andato in ufficio con lo snoubord…
    E ora , il momento della citazione: (con voce da milanese tipo cavalier Zampetti) “Napoli è una città tremenda… sono tre ore che sono in mezzo al traffico eh, e avrei anche voglia di soffiarmi il naso, ma dove lo trovo uno a Napoli che vende fazzolettini!”.
    Ok ok, lo so, è tardi, la smetto. Un bacione di buonanotte! DDA

  2. Stai scherzando? a Napoli ai semafori vendono: a) fazzolettini; b) giornali; c) taralli caldi; d) pizze salsicce e friarielli. Inoltre vengono forniti i seguenti servizi: a) pulitura vetro (classico, banale); b) pulitura fari (più originale); c) sesso a pagamento, da fare con: c.1) donne; c.2) femminielli; c.3) uomini vestiti da donne; c.4) donne vestite da uomini. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.