Notizie del giorno

1.  In un impeto di casalinghitudine avvio una lavatrice di panni sporchi. Stendo i panni, ci sono 4 calzini sportivi. Quando ritiro i panni e mi metto diligentemente a piegarli per metterli diligentemente al loro posto, realizzo che i 4 calzini sono tutti diversi fra loro. Tutti. Quattro calzini, e non ce n’è uno uguale all’altro. Le domande che mi pongo sono molte, la prima fra tutte: ma come minchia ho fatto a spaiare 4 paia di calzini? e poi: dove saranno finiti i 4 (quattro!) compagni di questi? ricordo confusamente di aver fatto pulizia nei cassetti, nel triste periodo di disoccupazione, una decina di mesi fa: il fattaccio deve essere successo allora. E come mai me ne accorgo solo adesso? potrei andare avanti per ore, ad elucubrare sul mistero dei calzini scomparsi e più in generale sulla mia distrazione, ma preferisco fare finta di niente: li appallottolo e li metto in un angolo del cassetto, con l’ideale etichetta “emergenze”. Hai visto mai che venga la carestia, come pensa – e dice, anche, purtroppo – una mia zia non particolarmente ottimista.

2.  Lo spazio commenti del mio sitarello è preda da molti mesi di accaniti spammer che per fortuna voi non vedete, ché io – anzi, Giancarlo e io – abbiamo predisposto le cose in modo tale che i commenti debbano essere sempre approvati, e quindi io passo le giornate a cassare senza pietà decine di commenti-spam. Pubblicizzano di tutto, ma soprattutto medicinali (non solo Viagra, pivelli, ora anche anfetamine, calmanti, psicofarmaci di ogni genere, miracolose pillole dimagranti, anabolizzanti per sportivi e Dio solo sa che altro), vendita sottobanco di scarpe e vestiti griffati rubati, foto nude delle celebrità del momento, maschi femmine e così così. E a proposito di commenti, l’orda di commenti autonomi sul post del mio provino a L’Eredità si è un po’ placata, ma non spenta del tutto. E comunque (88 commenti) mi sono arresa all’evidenza che ormai quelli non sono più commenti ad un post, sono un forum spontaneo che ha preso vita propria.

 3. Fenomenologia delle farfalle (nello stomaco) morte: esse portano con sè insospettate libertà. Ad esempio, non c’è più bisogno di scervellarsi per pensare ad un tema che possa essere di suo interesse, pur di avere una scusa per scrivergli (una mail, un sms). Se viene, viene. Se no, love&peace.

Colonna sonora del giorno: Tiziano Ferro canta De Andrè. Adatto per serate piovose e fredde come l’odierna.

7 risposte a “Notizie del giorno”

  1. Quasi qualunque oggetto smarrito in ambito domestico riappare magicamente dopo un periodo più o meno lungo (ed esattamente dove lo si aveva lasciato). Il quasi è rappresentato dai calzini, il cui compagno mancante non vedrai mai più.
    Unica soluzione per mitigare (non risolvere) il problema: acquisti in stock di 4/5 paia uguali, in maniera tale che i calzini vedovi si possano appaiare fra di loro.

  2. potrei aprire apposito blog e titolarlo “i calzini spaiati”.
    per dirti che io sono titolare di cattedra sull’argomento 🙂
    hai provato a guardare nella guarnizione di gomma del cestello? lì dentro ho trovato di tutto; dev’essere che durante la centrifuga succede una specie di selezione naturale tra i panni che devono uscire a fine lavaggio e quelli che non vedranno mai lo stendino … controlla prima che facciano la muffa e ti ritrovi con una colonia di licheni 😉

  3. p.s. mi interesserebbe moltissimo avere più ragguagli sulla “fenomenologia delle farfalle (morte) nello stomaco”. sono giust’appunto nel pieno di tale fenomenologia.

  4. Cara Ida,

    A proposito di calzini…il tuo post FA IL PAIO (scusa il gioco di parole) con il pezzo “il paradiso dei calzini” del grande Vinicio Capossela.

    “Dove vanno a finire i calzini
    quando perdono i loro vicini
    dove vanno a finire beati
    i perduti con quelli spaiati
    quelli a righe mischiati con quelli a pois
    dove vanno nessuno lo sa”

    Saluti.

    P.S. molto di parte:
    Tiziano Ferro NO. De Andrè SI!
    Tiziano Ferro che canta De Andrè: NOOOOOOOOO!
    Tiziano Ferro che canta De Andrè in un pezzo di George Brassens (Le Passanti,appunto): DOPPIO NOOOOOOOOOOOOOO!

  5. Andrea, grazie per il perfetto suggerimento 😉
    Quanto a Tiziano Ferro, ognuno ha le sue perversioni. Io, pensa, ho perfino un profilo Facebook!!! 😀

  6. @chiara: è una sindrome dovuta alla circostanza che per un certo periodo hai stravisto per uno, facendo cose anche obiettivamente meschine e irraccontabili, senza che lui ti degnasse di uno sguardo che è uno. Balsamo per l’autostima!! periodo difficile ma EMOZIONANTE (farfalle nello stomaco, appunto).
    E poi succede che un giorno, puff! dopo l’ennesima dimostrazione di disinteresse totale, qualcosa – finalmente – si smuove e le farfalle si suicidano, sopraffatte dall’acidità e dal Maalox. Situazione di sicuro più dignitosa, ma, appunto, non più emozionante. 🙂

  7. Vabbè, dipende sempre da come si usa “il libro della faccia”…e sono sicuro che ne fai un buon uso…

I commenti sono chiusi.