FaceBook / 2

FaceBook sta diventando una inquietante abitudine, anche perchè trascinata dall’onda anomala l’ho installato sul palmare. Uno solo il dettaglio che proprio non sopporto: la corsa ad iscriversi a quanti più gruppi possibile, che ho capito essere una cosa che viene fatta senza la benchè minima attenzione al contenuto del gruppo, si fa perchè si fa, come ci si soffia il naso quando fa freddo o si scansano le pozzanghere quando piove.

Altrimenti non si spiega come ci siano 2.802 persone apparentemente sane di mente iscritte ad un gruppo il cui nome è “IN VINO VERITAS, IN SCARPE ADIDAS, IN DOCCIA BADEDAS E IN CULO UN ANANAS”.  A cui mi sono iscritta anche io, sia chiaro, perchè voglio conoscere il fondatore capace di inventarsi un nome così geniale, sul quale ho riso per mezza giornata.

9 risposte a “FaceBook / 2”

  1. Sorellina.
    Il problema non è la tua iscrizione a questa cosa, ma l’iscrizione di decine di migliaia di ragazzini, e di quello che si sa (se appena appena conosci la rete) e di quello che si suppone succeda su questa piattaforma. Mai come ora la rete è divisa tra gente che considera il fenomeno come “manifestazione di necessità di aggregazione” e porcata ignobile ancorchè commercialmente geniale.
    Vedi tu………..
    YOB – sempre troppo vecchio, per queste cose.

  2. mamma mia Riccà, e rilassati ogni tanto 🙂
    lo so pure io che è una puttanata globale, ma ogni tanto lasciamo pure libero spazio al cazzeggio …

  3. Sorellina, sono esattamente 46 anni e sei mesi meno sette giorni che vivo di cazzeggio….

    Ma, come dice mio figlio, c’è cazzeggio e “cazzeggio”… medita, Sorella, medita….

    YOB

  4. Secondo me è un mezzo formidabike per farsi i ca77i degli altri: i vari link e le amicizie pubbliche e le dichiarazioni e i gruppi dicono più cose di quanto sembri, ad un occhio attento e pettegolo, tipo il mio 😀

  5. 2800 iscritti al 19 novembre??? ma come!

    oggi 30 novembre sono a quota 12 000 !!! nn èpossibile!

    ma poi, la frase che non mi suona nuova, a cosa serve sto gruppo ?storielle inventate di sana pianta al limite del surreale? già navigare per internet è una perdita di tempo, se devo pure leggere le stronzate degli altri l’italia si ferma e va sì in recessione.. facebook o non facebook

  6. Simò, ma che ne so?
    io sono un’anima semplice e quella stronzata – sulla cui pagina non sono mai più tornata mi ha fatto ridere.
    Ma perchè tutte le persone serie e intelligeeeenti vengono a commentare giusto qua?

  7. ehehe.. ho trovato questa pagina per caso con una ricerca della suddetta frase! mi aveva invitato a iscrivermi un mio amico, tra l’altro neanche uno scemo qualsiasi ma un laureato in medicina… andiamo bene!

    e pensavo che postando qui qualche anima pia potesse risolvere i problemi del mondO! ghgh

    ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.