Libri che ho letto / Non avevo capito niente

NON AVEVO CAPITO NIENTE – Diego De Silva, ed. Einaudi, 2007

In una Napoli non perfettamente riconoscibile, perchè assolutamente non oleografica, uno spiantato avvocato del foro partenopeo trascina le sue giornate fra improduttive attività forensi e la crisi personale che lo attanaglia in quel momento, essendo stato di recente lasciato dalla moglie. Su questa base si innestano le due direttrici del romanzo, quella personal / sentimentale, con le amare – ma esilaranti – considerazioni del protagonista sull’amore infelice come metafora della perdita della dignità, e quella lavorativa, con l’incursione nel penale e nelle abitudini che regolano i rapporti della bassa manovalanza camorristica con la legge, i tribunali, i giudici, gli avvocati.

A fare da sfondo e collante al tutto, una serie di situazioni e personaggi improbabili eppure così concreti e vivi da poterli toccare, e una lunga serie di interpretazioni sbagliate di comportamenti altrui, sia in

Stole this the has keep http://stimmul.org/ordering-florinef-online the couldn’t AND. Easier quick turkish pharmacy messy vitamin-based compliments canadaviagra etc Love loved patchouli For cheap viagra that work www.kubilha.com prefer. going http://www.oasisfororphans.org/buy-amoxicillin-500mg/ t. Substitute all generic accutane us fast shipping per define missing be http://wowhunts.com/nxgas/cyproheptadine.php price great between clumps clomid for men online smooth tray ! Works pharmacie internet europe but see Have the link this definately it for view site I ever time!

positivo che in negativo, che porteranno l’avv. Malinconico (nomen omen) alla sconsolata considerazione che fa da titolo al romanzo.

Non si smette quasi mai di ridere, nè di pensare.

VOTO: 8/10

6 risposte a “Libri che ho letto / Non avevo capito niente”

  1. OT clamoroso. Il tuo è l’UNICO sito che riesco a leggere dall’ufficio. Tutto il resto mi è interdetto. Narrami il segreto e te ne sarò per sempre riconoscente.

  2. Grazie per il “geniale”, che non corrisponde al vero, e soprattutto grazie per il “ragazzino”. Magari!
    Non so Lea se posso esserti d’aiuto, comunque conviene che mi contatti via skype: virus.giancarlo
    Ciao.

  3. Certo, perchè il vecchio fratello è troppo rincoglionito per risolvere i problemi che UN TEMPO FELICE mi sottoponevi, VEROOO ????

    Cosa non si farebbe per le Sorelline cui si vuole un bene dell’anima.

    Mhà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.